Uno start up alla settimana

Dopo aver parlato di un’esperienza americana nella prima puntata della nostra rubrica dedicata alle start up, questa volta ci pare giusto tornare in Italia per parlare di una iniziativa nel mondo dello sport: Fubles, ovvero una società che sin dal lontano 2007 ha lanciato una piattaforma informatica che consente di organizzare e gestire on line partite di sport di squadra.

Recentemente corriere.it ha dedicato un articolo all’iniziativa che contiene una breve ma interessante intervista ad uno dei soci fondatori, Mirko Trasciatti. Vi consigliamo di leggerla (la trovate qui) perché contiene diversi utili spunti, ma soprattutto ci ha colpito perché infonde fiducia in chi vuole avviare una nuova impresa.

Vi invitiamo ad approfondire le varie fonti segnalate (tra cui addirittura un articolo della bibbia americana degli start up Techcrunch) per i dettagli sui risultati ottenuti sinora da Fubles (utenti attivi, finanziamenti raccolti ecc.) ma vogliamo sottolineare due aspetti che ci hanno colpito particolarmente

  1. Fubles (come AirBnb di cui abbiamo parlato la settimana scorsa) nasce in risposta ad un bisogno personale avvertito da uno dei fondatori: perdeva un sacco di tempo ad organizzare le partite del suo sport preferito, il calcetto!! Questo aspetto evidenzia ancora una volta come spesso la ricetta per uno start-up di successo ce l’abbiamo proprio davanti agli occhi.
  2. Uno dei soci fondatori di Fubles ha lavorato per qualche anno nell’acceleratore di impresa del Politecnico di Milano per individuare ed aiutare le start up più promettenti: è la conferma che l’ambiente di un incubatore fornisce stimoli e competenze!!

E allora, cosa aspettate a lanciare la vostra start up? L’incubatore Magona vi aspetta ;-) .

This entry was posted in Uncategorized and tagged , , . Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.
Archivio notizie
Progetto finanziato nel quadro del POR FESR Toscana 2007-2013 e PAR FAS 2007-2013